Dieta quantistica o quantica – come perdere peso

dieta-quantistica

La dieta quantistica, o quantica, è un regime alimentare molto speciale, che basa la sua composizione e le scelte alimentari sui principi della fisica quantistica e sulla biologia.

Si tratta di una dieta scientifica e la sua base va ricercata nella capacità dei cibi di dialogare con le cellule del corpo e quindi con il Dna, influenzandolo e portando il fisico a raggiungere certi risultati ben determinati.

Il dialogo fra alimenti e tessuto cellulare sta quindi alla base della dieta quantistica, un regime decisamente affascinante che sta conquistando sempre più persone in tutto il mondo.

La dieta quantistica parte da un presupposto vero e legato alla concretezza, ovvero si interroga sul perché alcuni cibi siano positivi per alcuni e tossici per altri, o ancora perché lo stesso alimento vanti un potere dimagrante su alcuni e ‘gonfiante’ su altri. La ragione va ricercata nel dialogo diverso che instaura all’interno del corpo umano, il quale induce a reazioni altrettanto diverse e personali, che variano da persona a persona.

Dieta quantistica: come portarla avanti?

La dieta quantistica chiede per prima cosa di individuare quali sono i cibi personalizzati, ovvero il pool di alimenti che è in grado di fornire una risposta buona e positiva al nostro organismo. Gli stessi alimenti devono quindi essere combinati in ricette che vengono percepite come favorevoli dal nostro organismo e che inducono al dimagrimento se necessario e il mantenimento del peso forma e di un ottimo stato di salute generale.

La dieta quantistica affronta però un concetto altamente psicologico, ovvero si basa sull’assunto quantistico che il corpo è un ologramma della coscienza, ovvero la somma di ciò che ognuno di noi crede e pensa di sé stesso. Se si riesce a variare la convinzione e quindi a mutare l’apporto e l’afflusso energetico, allora è possibile far evolvere in senso positivo anche le energie che muovono il nostro corpo.

La dieta quantistica si propone quindi di mutare il corpo ma anche l’anima, con l’obiettivo di raggiungere il peso ideale, di sconfiggere le malattie e di ritrovare un certo equilibrio e una diffusa serenità. La dieta quantistica afferma che l’essere umano ‘è ciò che mangia’, perché il cibo influisce sui pensieri e si manifesta sotto forma di vibrazioni energetiche.

Una persona che si alimenta male non può favorire il dialogo interno con i propri pensieri, quindi dà vita a vibrazioni energeticamente negative, che influiscono sulla salute e che spesso sono l’apripista per la comparsa di malattie e patologie anche gravi, come i disturbi cardiovascolari, il diabete, l’obesità e i tumori.

Dieta quantistica: i campi di azione

La dieta quantistica chiede di ricercare personalmente quali sono gli alimenti amici e di riconoscerli verificando gli effetti che attuano nel proprio organismo. Esistono però alcune regole generali che inducono alla ricerca e alla produzione di energie positive, che migliorano e facilitano il cammino verso il benessere.

La prima richiesta è di sostituire la carne rossa con quella bianca, più semplice da digerire e più leggera e di annoverare pesce sicuro e pulito nell’alimentazione quotidiana. La ricerca proteica deve quindi essere attenta e la dieta quantistica si concentra sull’apporto di frutta e di verdura, che devono essere fresche, controllate e di origine sicura.

Niente veleni, omg o sostanze nemiche del fluire dell’energia, ma semplici frutti della terra consumati crudi o cotti con metodi sani ed equilibrati, al fine di salvaguardare tutte le sostanze nutritive in essi contenuti.

La dieta quantistica viene spesso intesa come una dieta vegetariana o vegana, ma può annoverare anche proteine animali o derivati, a patto che si tratti di alimenti che hanno seguito una filiera energeticamente positiva. Il principio è di abbattere ogni crudeltà, per bloccare l’afflusso di energie negative che dall’origine vanno a riflettersi sul corpo umano, che quindi si indebolisce e può di conseguenza ammalarsi.

Le diete vegetariana e vegana sono rispettose dei flussi ambientali, amiche della natura e degli animali, quindi vantano un apporto energetico positivo. La dieta quantistica si propone di attingere a fonti energeticamente positive per saziare il corpo con alimenti sani e controllati, in grado di nutrire il corpo, ma di farlo nel pieno rispetto della madre terra e dell’ambiente che ci circonda.

Tutto questo può essere condotto ricercando alimenti buoni e controllati, che abbiano seguito una filiera corta o che siano stati coltivati con le proprie mani. In questo caso il ciclo diventa ancor più virtuoso e scatena energie positive, che vengono percepite dal corpo come amorevoli e quindi portatrici di energia positiva. Questi sono di base i concetti della dieta quantistica, un piano alimentare che non si basa su calorie da introdurre o sull’assunzione di particolari cibi, ma che chiede di ascoltare il corpo e di nutrirlo con alimenti affini.

Dieta quantistica: l’importanza del sole

La dieta quantistica si nutre anche dell’energia del sole. Il corpo umano si è disabituato a ricevere la giusta quantità di sole al giorno, a causa dei cambiamenti climatici ma anche dei tempi frenetici che l’uomo è chiamato ad affrontare.

La dieta quantistica chiede quindi di trascorrere almeno un’ora al giorno al sole, per godere dei suoi benefici fisici e legati all’alimentazione. Anche se dal punto di vista della terapia quantistica il sole viene inteso come fonte energetica, è interessante notare che vi è un forte riscontro con la realtà e la scienza.

Il sole permette infatti di sviluppare la vitamina D, fondamentale per la salute delle ossa e della pelle. Ecco quindi un’applicazione della dieta quantistica letta sotto il punto di vista energetico, che si rivela però in un beneficio esteso al corpo umano.

La vitamina D è infatti indispensabile per ritrovare energia e vitalità, ma anche per migliorare l’umore. La catena energetica positiva si alimenta e, in questo modo, l’alimentazione risulta essere più benefica, perché tutti i nutrienti assunti con il cibo possono essere ben sintetizzati dall’organismo e contribuire alla sua salute e al suo benessere.

La dieta quantistica è un argomento decisamente speciale e merita di essere approfondita da chi ne è affascinato. In commercio si possono incontrare molti volumi che spiegano quali sono gli effetti di alcuni cibi sull’organismo, quali sono gli alimenti da favorire e anche come verificare se essi sono positivi o negativi per il corpo. Riconoscendo se un alimento fa bene, si può scegliere di mangiarlo, così come comprendendo che un alimento provoca fastidi o disturbi, lo si può evitare per generare una dieta amica del corpo e delle energie che vi fluiscono in ogni istante della vita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.